Pianificazione Assistenziale

In questa area presenteremo l'Assistenza Infermieristica e quella socio-sanitaria a Pazienti colpiti da particolari patologie totalmente invalidanti, parzialmente invalidanti o per nulla invalidanti. La categoria è di interesse per gli Studenti Infermieri (esame di tirocinio 3 e esame di Stato), per gli OSS, per chi partecipa ai Concorsi o agli Avvisi Pubblici per Infermieri, Infermieri Pediatrici e OSS. Per la parte infermieristica utilizzeremo nella pianificazione dell'assistenza il metodo bifocale della Carpenito.

Cos'è il Modello bifocale di Lynda Juall Carpenito?

Modello bifocale di Lynda Juall Carpenito.

Uno degli strumenti più utilizzati nell'assistenza infermieristica.

L’assistenza infermieristica non può essere ricondotta ad una singola scienza che si interroga su un solo aspetto dell’uomo, così come la biologia non è riconducibile alla fisica. La disciplina infermieristica ha una propria dignità disciplinare: ha proprie conoscenze, propri metodi e propri strumenti.

Ictus Cerebrale: Assistenza Infermieristica al Paziente.

Ictus Cerebrale: Assistenza Infermieristica e Socio-Sanitaria al Paziente.

Diagnosi Infermieristica o Problema Collaborativo: come vi muovete?

L’Ictus cerebrale è una delle patologie più invalidanti. Non parleremo in questo servizio della sua etiologia, ma di come assistere l'utente colpito. Lo vedremo dal punto di vista infermieristico (seguiremo il metodo Carpenito), ma faremo anche un accenno all'assistenza socio-sanitaria (che riguarda essenzialmente OSS e assistenti di base, per spiegare meglio i ruoli agli ammalati, ai loro familiari e/o care-giver). Può colpite persone di ambedue i sessi e in tutte le loro fasi della vita. Nel più grave dei casi d origine a deficit neurologici irreversibili o semi-irreversibili. Chi ne è colpito ha due strade davanti a se: una invalidità permanente, una invalidità parziale. 

Quotidiano Sanitario Nazionale

Segnala una notizia!

Cercaci su Facebook, su Linkedin o su Instagram!