Medici, Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari schiavi della 'Ndrangheta.

Medici, Infermieri, Oss e Professionisti Sanitari schiavi della 'Ndrangheta.

Le Iene fanno irruzione nella Locride calabrese e intervistano il Ministro della Salute.

L'inchiesta sugli ospedali da incubo de Le Iene arriva in Calabria. L'inviato Gaetano Pecoraro è stato in corsia sia a Locri che a Polistena. Lo stato delle strutture e la situazione dei concorsi è preoccupante e per alcuni qui dietro c'è l'ombra della 'Ndrangheta. Medici, Infermieri, OSS, Professionisti Sanitari, Tecnici, Amministrativi e persino Dirigenti (o presunti tali) sono letteralmente schiavi di logiche mafiose, fatte di omertà, bilanci inesistenti, appalti dati a ditte amiche e concorsi mai svolti. Le Iene sono tornati oggi a parlare dell'argomento.

L’inchiesta de Le Iene sugli ospedali da incubo e la malasanità si sposta dalla Campania alla Calabria. Gaetano Pecoraro ha visitato due strutture di Locri e Polistena che fanno capo all’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria.

Nella trasmissione di oggi intervistata Giulia Grillo, Ministro della Salute del Governo Lega-M5S che ha annunciato imminenti interventi per sanare una situazione sull'orlo del ridicolo. Chiaro, ha spiegato l'esponente del Movimento 5 Stelle, che la sanità calabrese è nella mani della malavita e che per tanti anni si è fatto finta di nulla.

L'inviato delle Iene ha anche tentato di intervistare il governatore della Calabria, ma senza riuscirci.

Un testimone - raccontano Le Iene - ha denunciato i lavori in corso in un ospedale della Calabria mentre i pazienti erano ancora nelle stanze in Rianimazione. Ha chiesto la sospensione del cantiere e si è ritrovato con uno della ’ndrangheta di Rosarno in ufficio

Una testimonianza chiarisce molto della malasanità della Calabria e del ruolo giocato dalla ’ndrangheta: “Dovevano fare dei lavori di ampliamento del reparto di Rianimazione, il costo è passato da 80mila a 280mila euro. Hanno rotto i muri e le porte con i malati dentro nei letti”. Il nostro testimone scrive ai responsabili perché sospendano i lavori. “Poco dopo mi sono ritrovato uno della ’ndrangheta di Rosarno in ufficio”.  

Le Iene sono state in corsia tra soffitti che cadono e infiltrazioni d’acqua, ma anche ascensori che non funzionano e porte d’emergenza che non si aprono. Qui però ci sono anche responsabili che cambiano in continuazione e per cui è difficile fissare le responsabilità e le inchieste sono ritenute “rognose”, come ci dicono dal Palazzo di giustizia.

Tutto questo costa 800 milioni di euro all’anno per 460 posti. Il Policlinico di Milano invece, per il doppio dei posti, costa la metà. Dove sono finiti tutti questi soldi, nonostante gli ospedali cadano a pezzi?

Il sindaco di Locri, G. Calabrese, parla apertamente di infiltrazioni di natura mafiosa in queste strutture.

Gaetano Pecoraro lo ha chiesto al direttore dell’Asl, che tra l’altro è sia direttore generale che sanitario della stessa struttura. Una doppia carica che non potrebbe avere.

Poche le risposte ottenute, nonostante le insistenze dell'inviato delle Iene.

Non vi sono bilanci pubblici, gli appalti vengono affidati direttamente a ditte già fallite e ricostituite, i concorsi per assunzioni di Primari, Medici, Infermieri, OSS, Professionisti Sanitari, Tecnici e Amministrativi non si fanno da decenni, eppure ci sono immissioni a ruolo, incarichi bene pagati e attribuzioni di funzioni dietro cui vi è solo la logica spartitoria del denaro pubblico.

Il Medico Chirurgo P. Ceratti, dell'ospedale di Locri, chiede ai cittadini di non ricoverarsi più nella struttura, perché pericolosa per la salute.

Ecco servizio delle Iene del 24/02/2019 su questo e su altri casi: LINK.

Ecco servizio delle Iene del 26/02/2019 su questo e su altri casi: LINK.

Fonte: Le Iene - AssoCareNews.it

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email