Infermieri e fine vita: l'OPI di Firenze-Pistoia parla di evento di rilievo mondiale.

Infermieri e fine vita: l'OPI di Firenze-Pistoia parla di evento di rilievo mondiale.

Firmato il manifesto sui diritti nei percorsi del fine vita.

Era presente anche l'Ordine degli Infermieri di Firenze - Pistoia alla firma del Manifesto Interreligioso dei Diritti nei Percorsi di Fine Vita. Il documento comprende nove diritti utili a garantire, oltre alle cure, il rispetto della dignità, il supporto religioso e spirituale per chi si è in strutture sanitarie durante la fase finale della vita. Diritti da garantire non solo nei centri di cure palliative ma anche in ospedali e in pronto soccorso. A sottoscrivere il manifesto è stata la Federazione nazionale degli Ordini delle professioni sanitarie, alla presenza dei presidenti di tutti gli Ordini Provinciali.

«Si tratta di una dichiarazione molto importante di fini e intenti, redatta dopo una serie di incontri che hanno portato a un manifesto comune di intenti – commenta Danilo Massai, presidente dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche Interprovinciale Firenze Pistoia -. È un decalogo di rilievo mondiale, con nove punti utili a qualunque paziente e a qualsiasi religione appartenga. A riprova che la nostra professione prescinde dal credo religioso del paziente che abbiamo davanti. La prestazione infermieristica è un dovere per chi la svolge ma anche un diritto per chi la riceve. Va dunque garantita sempre e nel migliore dei modi».

Pin It
Redazione
Author: RedazioneWebsite: http://www.assocarenews.itEmail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
La redazione del quotidiano sanitario nazionale è formata da Infermieri, Infermieri Pediatrici, Oss e Professionisti della Salute e della Formazione.
Altri servizi dell'Autore


Stampa   Email